Eventi | Presentazioni e Incontri

Giornata Interdisciplinare

La Didattica a Distanza

Mercoledì 16 dicembre 2020

Luogo virtuale: Google Meet. Link per partecipare: https://meet.google.com/fzi-ddxd-vby

15,30-16,15

Saluti istituzionali

Presentazione dei corsi 2020/2021

prof. Gaetano Guerra

Coordinatore del Polo di Salerno

prof.ssa Miriam Voghera

Responsabile dell’area di Italiano

prof.ssa Giovannina Albano, dott.ssa Cristina Coppola, prof. Giovanni Vincenzi

Responsabili dell’area di Matematica

prof.ssa Irene Izzo, prof. Roberto De Luca

Responsabili dell’area di Scienze

prof.ssa Genoveffa Tortora, prof. Michele Nappi

Responsabili dell’area di Cultura Digitale

16,15-16,45 Educazione (linguistica) a distanza e democratica: un binomio possibile?

prof. Nicola Grandi

Professore ordinario di Linguistica generale presso l’Università di Bologna.

La pandemia ha stravolto le nostre abitudini di vita, costringendoci a modificare, in modo repentino, abitudini

e consuetudini sedimentate da decenni. La scuola ha certamente patito, più di altri settori della società, le

conseguenze di questa situazione. I mesi di didattica a distanza e le difficoltà che si stanno affrontando per

la riapertura hanno fatto emergere in modo evidente problemi che hanno radici molto profonde. La didattica

a distanza, unica via concretamente percorribile nella gestione dell'emergenza, è stata considerata da alcuni

una possibile soluzione stabile per tali problemi, in quanto apparentemente democratica, non classista e

inclusiva.

Ma cosa comporta, realmente, la didattica a distanza, sia nell’organizzazione dell’insegnamento che nei

contenuti? E in particolare nella didattica della lingua? Essa può davvero divenire uno strumento utile per

realizzare, finalmente, almeno alcuni dei principi dell’educazione linguistica democratica?

In questa comunicazione cercherò di porre in evidenza potenzialità e limiti della didattica a distanza, con

riferimento peculiare all’insegnamento dell’italiano nelle scuole primaria e secondaria.

16,45-17,15 Riflessioni in quarantena: gli insegnanti di matematica raccontano

prof. Samuele Antonini

Professore di Matematiche Complementari (Didattica della Matematica) presso il Dipartimento di Matematica dell’Università

di Pavia, Presidente dell’AIRDM - Associazione Italiana di Ricerca in Didattica della Matematica.

La chiusura della didattica in presenza nel corso della primavera del 2020 è stata un terremoto per la scuola di

tutti i livelli ma ha anche portato alla luce questioni didattiche che vanno oltre l’uso della tecnologia e le

problematiche della didattica a distanza. Il cambiamento ha portato alcuni insegnanti a mettere in discussione

pratiche didattiche ormai consolidate e le fondamenta stesse su cui si basavano. La necessità di adattarsi ad

una situazione completamente nuova può infatti diventare opportunità nel momento in cui porta a riflettere

sulle nostre convinzioni, relative alla disciplina da insegnare e al suo insegnamento/apprendimento, rendendo

esplicito ciò che è latente e problematizzando le nostre stesse certezze. Le narrazioni di alcuni insegnanti di

matematica, raccolte in un recente studio italiano, appaiono illuminanti e al di là di una evidente quanto ovvia

eterogeneità evidenziano profonde necessità professionali e allo stesso tempo una rinnovata energia per

trovare strade per appagarle.

17,15-17,45 Pausa

17,45-18,15 La Didattica a Distanza e la Chimica

prof.ssa Margherita Venturi

Professore ordinario di Dipartimento di Chimica "G. Ciamician" dell’Università di Bologna, Presidente della Divisione di

Didattica della Società Chimica Italiana.

A causa della pandemia COVID-19 per la prima volta nella storia del nostro paese si è dovuta affrontare una

grande emergenza educativa, oltre a quella sanitaria ben più drammatica: dalla sera alla mattina si è dovuto

trovare il modo di continuare “a far scuola” con le scuole chiuse.

La tecnologia ci è venuta in aiuto e il problema è stato risolto con la didattica a distanza; anche se sarebbe

meglio dire che è stato arginato, perché questo tipo di didattica non si improvvisa.

Nella relazione verranno messi a confronto vantaggi e svantaggi della didattica a distanza con particolare

riferimento ai due problemi che riguardano specificatamente l’insegnamento della Chimica: come stimolare

l’interesse degli studenti, cosa spesso non facile anche in presenza, e come farli entrare, seppur virtualmente,

in laboratorio.

18,15-18,45 La Tutela della Privacy nelle Moderne Piattaforme Social e Didattiche

dott. Mario Savastano

Ricercatore Senior, Institute of Bioimages and Biostructures (IBB), CNR, Napoli.

L’obiettivo del seminario è fornire una visione delle moderne tecniche ICT, incluse quelle per la DaD, dal punto

di vista della Privacy. In particolare saranno analizzati alcuni degli aspetti salienti sulla protezione dei dati

previsti dal recente Regolamento Generale sulla protezione dei Dati (General Data Protection

Regulation o GDPR). Un’analisi sull’impatto del GDPR sui Social sarà affrontato in particolare analizzando i

rischi della profilazione soprattutto sulle nuove generazioni.

18,45-19,00 Chiusura dei lavori